immagine

Descrizione

Preso atto delle segnalazioni che evidenziano un disagio dei cittadini determinato dagli inconvenienti igienico sanitari causati dalla presenza di deiezioni liquide dei cani sui muri di affaccio e sulle soglie degli edifici pubblici e privati, nonché su altri manufatti di arredo urbano.

Si è considerata la necessità di richiamare la pubblica attenzione, nell’ambito del doveroso rispetto per l’ambiente, sull’esigenza di assicurare la pulizia e l’igiene di tutti i luoghi della città aperti al pubblico.

I proprietari dei cani dovranno munirsi di una bottiglietta d’acqua per pulire la pipì fatta dai loro animali in strada, altrimenti saranno sanzionati.

 L’obiettivo comunque non è sanzionare, ma fare un’opera di educazione e informazione, perché c’è gente che porta il cane a passeggio e pensa ancora che se l’animale lascia le deiezioni solide o liquide sul suolo pubblico , queste non devono essere raccolte.

 In realtà non è così: i proprietari o i detentori sono obbligati all’immediata raccolta delle feci emesse dai loro animaliin qualunque parte del territorio urbano e a lavare con acqua i muri e l’arredo urbano quando questi si fermano per urinare, in modo da preservare lo stato di igiene e decoro del luogo.

Creazione

Inserito sul sito il martedì 03 marzo 2020 alle ore 09:23:04 per numero giorni 1548

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri